...salumi sopraffini che gustano anche i bambini

Prodotti della tradizione

Culatello di Zibello DOP

Già dai primi del 1700 troviamo testimonianze della nascita e dell’uso del Re dei salumi, il Culatello, la cui lavorazione mi è stata tramandata dai miei nonni, mezzadri e norcini della famiglia Guareschi.

Il suo gusto tenace e dolce, intenso al naso e delicato al gusto, è dato dal clima freddo e umido della Bassa Parmense, ma soprattutto della vecchia cantina dove io lo stagiono.


Il Culatello di Zibello è un salume a Denominazione di Origine Protetta, tipico della provincia di Parma.

È inoltre catalogato tra i Presidii di Slow Food dell'Emilia Romagna. Il Consorzio del Culatello di Zibello ha stabilito che la lavorazione può avvenire solo in una determinata e circoscritta zona di alcuni comuni limitrofi al fiume Po.


Curiosità da Gourmet - Come pulire il Culatello

Il Culatello per essere pulito alla perfezione necessita di vari passaggi: per prima cosa va immerso in acqua per una notte, poi una volta ammorbidito, togliere le corde esterne, la vescica e le corde interne a contatto con la carne. Dopodichè, va spazzolato, rifilato, poi sulla parte magra avvolgere un canovaccio bagnato col vino bianco secco e mettere sottovuoto. Questo ultimo procedimento permette alla parte più secca del Culatello di ammorbidirsi e quindi risultare più morbida e dolce al palato quando andremo a consumarlo.

Una volta tagliato per conservarlo basterà tenere il canovaccio umido sul davanti del culatello e avvolgerlo con pellicola trasparente.

BUON APPETITO!